Usi delle reti di elaboratori

18 marzo 2016 Appunti, Informatica

Yawpp_logo-3 appunti

Molti sono gli usi che si possono fare delle reti di elaboratori, sia per le organizzazioni collettive che per le singole persone.

Tra gli usi che le organizzazioni fanno delle reti di elaboratori ritroviamo1:

  • Condivisione risorse: programmi e informazioni sono alla portata di ognuno anche a km di distanza

  • Affidabilità: mettere in rete sorgenti alternative delle risorse2, ed è importante in quei determinati sistemi che devono funzionare in ogni caso

  • Diminuzione dei costi: una rete di calcolatori costa molto meno di un mainframe

  • Scalabilità: più è alto il numero di elaboratori, più aumentano le prestazioni

  • Comunicazione: è possibile inviarsi messaggi, attuare il file sharing, etc.

Invece, gli usi che le singole persone fanno di una rete di calcolatori sono3:

  • Accesso ad informazioni remote4

  • Comunicazione tra persone5

  • Entertainment6

Senza dubbio la gamma di utilizzi delle reti di calcolatori crescerà rapidamente in futuro, e probabilmente in modi che nessuno oggi riesce a immaginare. Dopotutto, quante persone nel 1990 avrebbero predetto che i ragazzi impegnati a digitare brevi messaggi di testo, su telefoni cellulari mentre viaggiano sull’autobus, avrebbero rappresentato dieci anni dopo un’immensa fonte di guadagno per le compagnie telefoniche?7

Le reti di calcolatori potranno diventare enormemente importanti per le persone che sono svantaggiate geograficamente, dando loro accesso agli stessi servizi di coloro che vivono al centro di una grande città. L’insegnamento a distanza potrà modificare radicalmente l’istruzione; le università potranno divenire nazionali o internazionali. La telemedicina sta iniziando a prendere piede solo ora (ad esempio, con il controllo remoto dei pazienti), ma potrebbe diventare molto più importante.8

1 Tanenbaum A. S., Reti di calcolatori, Pearson, 2011, p. 6.

2 Ad esempio, duplicando le applicazioni e i dati su più computer.

3 Tanenbaum A., op. cit., 2011, p. 7.

4 Ad esempio: servizi bancari, acquisti da casa, navigazione in rete.

5 Ad esempio: posta elettronica, videoconferenza, gruppi di discussione.

6 Come video on demand (selezione e ricezione via rete di un qualsiasi spettacolo tratto da catalogo), giochi interattivi (contro macchine o avversari umani).

7 Tanenbaum A., op. cit., 2011, p. 9.

8 Ivi.