Jurij Lotman: il problema del testo

4 marzo 2016 Semiotica, Traduzione

appunti

Lotman insiste sul processo di assimilazione e di influenza tra culture, e sul ruolo che questi rapporti hanno nelle trasformazioni strutturali dei testi e dei fenomeni letterari1. L’influenza del testo sul testo avviene nella traduzione.

Uno dei problemi centrali, per Lotman, si rivela essere il problema della traduzione del mondo del contenuto del sistema (sua realtà interna) nella realtà che si trova al di fuori, oltre i confini della lingua. Ne conseguono due particolari problemi:

  • La necessità di più di una lingua per la riflessione della realtà che si trova oltre i confini.

  • L’ineluttabilità del fatto che lo spazio della realtà del testo non possa essere abbracciato da nessuna lingua separatamente, ma soltanto dal loro insieme.

Uno dei saggi2 di Lotman è utile in quanto fa allo stesso tempo una presentazione e una critica del contributo formalista a una teoria del testo, che è stato di forte ispirazione per la teoria della traduzione.

Lotman opera una distinzione tra testo linguistico traducibile in quanto permette diverse espressioni per uno stesso contenuto, e testo letterario individuale di cui non vi può essere alcun sostituto adeguato sul piano dell’espressione senza che si verifichi un mutamento sul piano del contenuto.

Per Lotman, la carne dell’opera testuale consiste di un testo (sistema di relazioni intratestuali), del suo rapporto con la realtà extratestuale – con la realtà, con le norme letterarie, con la tradizione, con il sistema delle credenze.

1 Lotman J. M., Tesi per una semiotica delle culture, Meltemi, 2006, p. 155.

2 Lotman J. M., Il problema del testo, in Nergaard S., Teorie contemporanee della traduzione, Strumenti Bompiani, 2002, p. 85.